Isolamento a cappotto

Questo tipo di isolamento sfrutta la massa totale dell’edificio come efficace accumulatore di calore, riducendo, in virtù della elevata inerzia termica, le variazioni di temperatura nei cicli giorno/notte con notevole contributo al risparmio energetico ed al benessere abitativo.

Isolamento in intercapedine

L’isolamento termico effettuato con lastre di polistirene espanso o Neopor di dimensioni ridotte oppure a tutta altezza poste nell’intercapedine delle pareti è un modo molto efficace per risparmiare energia nel riscaldamento. Nella pratica edilizia questo sistema è impiegato da vari anni e si è dimostrato molto valido: infatti, in funzione dello spessore del coibente posto nella parete, si può risparmiare sino all’80% dell’energia di riscaldamento altrimenti dispersa attraverso le pareti.

Tetti ventilati

Il tetto a falde inclinate è uno dei tipi di copertura più diffusi nella nostra edilizia residenziale, infatti circa il 65% dei tetti è a falde. Tutte le parti dell’edificio lasciano passare il calore ma è soprattutto il tetto ad incidere maggiormente sulla dispersione termica complessiva della costruzione. L’isolamento delle coperture è quindi uno strumento essenziale per ridurre la dispersione termica, con notevoli economie d’esercizio e sensibili vantaggi in termini di comfort abitativo.  L’isolamento termico deve essere considerato un alleato dell’ambiente perché permette di ridurre i consumi energetici per il riscaldamento invernale ed il condizionamento estivo e quindi consente di risparmiare materie prime non rinnovabili e limitare l’emissione nell’atmosfera di gas nocivi.

Solai in EPS

Le pignatte in polistirolo oltre ad avere peso ridotto rispetto a quelle tradizionali in laterizio (circa 80 kg/mq in meno) hanno il notevole vantaggio di contribuire all’isolamento termico del fabbricato; il valore di coinbenza termica dei casseri realizzati in polistirene espanso sinterizzato è infatti ben tre volte superiore a quello dei tradizionali sistemi a pignatta o predalles. Grazie alle eccellenti proprietà isolanti le pignatte in polistirolo svolgono un ruolo prezioso nel bilancio termico degli edifici sia nuovi che in fase di ristrutturazione, contribuendo così in maniera incisiva al risparmio energetico ed economico. L’ utilizzo di sistemi isolanti efficienti in fase di costruzione, rende possibile una notevole riduzione di combustibili fossili usati per il riscaldamento degli ambienti e di conseguenza delle emissioni di anidrite carbonica che concorrono alla creazione del tanto temuto "effetto serra".

Massetti allegeriti

Dopo qualche minuto di miscelazione Polibeton può essere pompato al piano ottenendo così un materiale leggero, con una buona resistenza meccanica ma soprattutto con un elevato potere isolante. Polibeton può essere impiegato sia nelle ristrutturazioni che nelle nuove costruzioni sia civili che industriali per l’isolamento termoacustico dei solai interpiano e sottotetti, per la formazione di pendenze in coperture piane, inclinate, riempimenti di volte e intercapedini. L’impasto può essere preparato con le normali betoniere da cantiere o nelle autobetoniere.

Perché bisogna
isolare?

Isolare significa impedire il transito di energia tra corpi o ambienti. In termini di isolamento termico vuol dire gestire il comportamento dei flussi di calore nell’ambiente dove l’essere umano vive abitualmente. Quindi i motivi per cui conviene isolare termicamente gli edifici sono molti e facilmente intuibili. Oltre alle considerazioni di risparmio energetico, sempre più importanti soprattutto quando si parla di edilizia sostenibile, occorre sottolineare la grande importanza della qualità dell’edificio ai fini della sua abitabilità. Già in fase di progettazione occorre prevedere interventi ottimali di isolamento termico, al fine di evitare successivi interventi di adeguamento che spesso comportano costi economici molto superiori a quelli necessari per raggiungere gli stessi obiettivi in fase di costruzione. Polimatrix propone ai suoi clienti varie soluzioni per l’isolamento termico.

MULTI DEVICE TESTING

Use Browser Stack to test in different environments, but if the project needs to run on a touch screen device, you should test it on the actual device.

MULTI BROWSER TESTING

Browser Stack can help you to quickly test your course on different operating systems and browsers.

STRESS TESTING
Try to break your eLearning. This lets you see how your course performs beyond the specified number of concurrent users.
LOCALIZATION

Test different languages to ensure they have been translated correctly.